Call us +39 333 5629160

Via Mera, 13

20900 Monza (MB)

Si riceve su appuntamento

Fattoria Sociale

Cos’è il progetto Bau-House Fattoria Sociale

Il progetto sociale della Bau-House nasce dal desiderio di essere più di un semplice centro cinofilo e di inserirsi nel territorio in modo attivo, aiutando la socialità ad affrontare situazioni di sofferenza e difficoltà, facendo leva sul rapporto uomo-animale-natura e scommettendo sulle potenzialità educative e sociali che questo porta con sé.

In concreto il progetto globale “Bau-House Fattoria Sociale” si divide in tre grosse aree di intervento.

  1. La prima è quella delle AAA (attività assistite con animali) vere e proprie. Da anni collaboriamo con diverse cooperative del territorio che si occupano di persone diversamente abili e che gestiscono centri diurni (CSE). Con loro sono nati diversi progetti nei quali le persone con disabilità si avvicinano al mondo del cane e che vedono nell’incremento della loro autostima, della responsabilità e della consapevolezza delle proprie emozioni gli obiettivi principali.
     
    In concreto con la coop “La Piramide” di Arcore e con il CSE da lei gestito “La Vite” la collaborazione è iniziata sette anni fa e si svolge in maniera ininterrotta. Con i loro utenti, e collaborando con la loro equipe educativa, sempre coinvolta in fase di progettazione e realizzazione, sono nati tre tipi di progetti:

    • Il primo si connota con interventi di vera e propria Pet Therapy con rapporti con l’utenza estremamente bassi, per limitati periodi di tempo e che vedono nel superamento delle proprie paure il centro dell’intervento.
    • Il secondo, invece, con percorsi più dilatati nel tempo e che si rivolgono a piccoli gruppi (5 o 6 utenti), dove le persone con disabilità fisica o intellettiva vengono avvicinate al mondo del cane attraverso percorsi sia teorici sia pratici. Questi percorsi realizzati in collaborazione con gli educatori del centro stesso sono estremamente semplici ma ricchi di significato e di gratificazione per i protagonisti.
    • Il terzo si rivolge alle scuole e vede nell’integrazione della diversità il suo scopo principale. Dopo una adeguata preparazione, alcune persone diversamente abili, un loro educatore e un educatore cinofilo del nostro centro con un cane certificato, raccontano a bambini delle scuole primarie il mondo del cane insegnando loro non solo nozioni importanti, non solo facendogli fare un’esperienza significativa a contatto con l’animale ma facendogli sperimentare come la diversità sia non solo un limite ma anche ricchezza.

    Con la coop “Gioele”, invece, la collaborazione è più recente (circa un paio d’anni) e si concretizza in percorsi di sollievo e di generico piacere per dei gruppi di persone diversamente abili di durata di circa una quindicina di ore.

    Per tutti questi interventi, oltre alla collaborazione e alla presenza degli educatori dei Centri, usufruiamo della collaborazione di una pet terapista professionista, di un educatore professionale che supervisiona i progetti e di animali certificati e testati per questi tipi di interventi.

  2. La seconda area di intervento è quella dell’inclusione sociale.
    In collaborazione con il comune, strutture del territorio, come scuole superiori, o singole famiglie sono stati realizzati, e alcuni sono ancora attivi, progetti di inclusione sociale su soggetti deboli con disabilità psichica o fisica. Attraverso percorsi stabiliti insieme alla nostra equipe educativa (educatore cinofilo-pet terapista-educatore professionale) si chiede ai soggetti richiedenti di frequentare il centro cinofilo per contrastare l’emarginazione sociale. Attraverso il lavoro con i cani e all’interno del centro cinofilo stesso i soggetti sperimentano la bellezza di una socialità altra rispetto a quella ristretta della sfera famigliare. Con alcuni soggetti si sono concretizzati, poi, percorsi di tirocini socializzanti che vedono nell’integrazione il loro punto di forza, con piccoli percorsi agricoli (orti – cura di piante – raccolta frutti – cura e gestione animali di bassa corte).
  3. La terza area è quella dell’intervento sul territorio di cui il Centro Cinofilo è parte integrante. Rivolgendosi a singole famiglie, oratori o centri estivi si organizzano, durante il corso dell’anno, giornate nelle quali si può fare esperienza di attività con gli animali all’area aperta, mediate da esperti educatori cinofili, di avvicinamento al mondo del cane, dell’apicoltura e della natura in generale in un contesto bello, verde e accattivante.

 

Documento© realizzato ed elaborato dal Centro Cinofilo Bau-House di Paolo Petrucci. Ne è vietata la diffusione, la riproduzione, l'utilizzo e la vendita per scopi diversi dallo studio e dalla programmazione legati alla Bau-House.

 

Facciamo Cagnara!!
Giornata di Pet Therapy con la cooperativa sociale La Piramide Servizi

 
 
 
 

Seleziona